Chiamami sottovoce


22 ottobre 2019, ore 17:00 e 20:00
Airolo, Salone Olimpia - ENTRATA LIBERA

Durante la giornata nell’ambito della Mostra del libro sarà nostra ospite per due incontri la scrittrice Nicoletta Bortolottiautrice del romanzo pluripremiato Chiamami sottovoce, ambientato in parte proprio ad Airolo, e di libri per ragazzi. Nicoletta Bortolotti, nata in Svizzera, vive a Milano e collabora da diversi anni come redattrice, copy editor e autrice presso Mondadori. Con i giovani tiene numerosi laboratori nelle scuole italiane. Nel 2018 è uscito per HarperCollins Italia il romanzo per adulti Chiamami sottovoce racconto dell’intensa e tormentata amicizia di Nicole e di Michele, che da bambino aveva vissuto da clandestino in Svizzera. Il libro è stato finalista al Premio Citta di Como e quest’ anno ha vinto la V edizione del Premio Alvaro-Bigiaretti.


DALLE 17.00: INCONTRO CON ALUNNI E ALUNNE

Nei suoi libri Nicoletta Bortolotti tratta di argomenti vicini ai ragazzi, quali lo sport come strumento di crescita e di pace, l’amicizia, la paura del diverso, il coraggio di affermare se stessi e i propri sogni e di superare le difficoltà. Nel corso dell’incontro si parlerà di questo ma anche di alcune tecniche di scrittura, dagli accorgimenti per creare un incipit originale,per costruire una trama ben congeniata, di come nasce un libro. Gli incontri sono interattivi e partecipati. E poi campo libero ai ragazzi che possono rivolgere tutte le loro domande sul “lavoro di scrittore”, sempre molto numerose!
 

20:00 – 21:00 CHIAMAMI SOTTOVOCE
la scrittrice si intratterrà con la giornalista Cristina Foglia

Svizzera, 1976. Nicole ha otto anni e un segreto: accanto alla sua casa vive Michele, che di anni ne ha nove e in Svizzera non può stare. È un bambino “proibito”. Ha superato la frontiera nascosto in un bagagliaio e adesso vive in una soffitta. Nicole e Michele intrecciano un’amicizia fatta di passeggiate furtive fra montagne dove spiriti protettori accendono lanterne. Fino a quando la finestra della soffitta s’illumina per sbaglio... Narrata in forma di romanzo è la vicenda poco conosciuta dei bambini proibiti (diverse migliaia), figli di emigranti italiani in Svizzera a cui, negli anni ‘70 e ‘80, la legge vietava il ricongiungimento famigliare. Vissero in soffitte e cantine oppure negli orfanotrofi di frontiera. Non piangere, non ridere, non giocare, veniva detto loro... Fa da sfondo alla storia la costruzionedella galleria del San Gottardo. Dalla pubblicazione stanno scrivendo all’autrice da tutta Italia ex bambini nascosti, che dopo avere letto il romanzo “scoperchiano la scatola della memoria” come ha detto uno di loro.

Locandina

Terra Matta


20 ottobre 2019, ore 17:00
Airolo, Albergo Ristorante Des Alpes

Bracciante siciliano semianalfabeta classe 1899, Vincenzo Rabito un bel giorno si mise a scrivere la sua autobiografia: un diario di vita di oltre 1’500 pagine dattiloscritte senza margini, con il punto e virgola a dividere una parola dall’altra, una scrittura fonetica con tanti sicilianismi. L’appassionante narrazione spazia dalla sua nascita 1899 al 1968. Pubblicato da Einaudi nel 2007 è considerato uno dei “capolavori” delle autobiografie popolari italiane e divenne un vero caso con più di 50'000 copie vendute.

Stefano Panzeri attore, narratore, regista ha tratto da questo densissimo testo quattro spettacoli, di cui presentiamo:

Terra matta 1 (1989 – 1918) la gioventù, lo sforzo di emancipazione e di sopravvivenza alla miseria e sbocca sulle vicende da soldato durante la prima guerra mondiale.

Terra matta 2 (1918 – 1943) la dittatura fascista, l’occupazione tedesca, fino a quando „hanno trasuto li americane“. Accanto alla vicenda di Vincenzo trovano spazio anche le storie di Lina, Saverio
ed altri personaggi raccolti dalla viva voce di emigranti italiani Oltreoceano.


PROGRAMMA

17:00 Terra Matta 1
18:00 aperitivo
18:30 Terra Matta 2


ENTRATA
CHF 30.-
(due spettacoli con aperitivo)

PRENOTAZIONI
A chi volesse restare a cena dopo lo spettacolo raccomandiamo di prenotare allo 091 869 17 22
(entro venerdì 18.10.2019)

Locandina

Conferenza: Paesaggi alpini in trasformazione

 

07 aprile 2019, ore 17:00
Airolo, Sala del Consiglio Comunale


Nell'ambito della mostra "Nuovi Paesaggi alpini", una nuova conferenza con l’arch. paesaggista Andreas Kipar sul tema “Paesaggi alpini in trasformazione”. Kipar è uno degli autori della proposta di risanamento del fondovalle di Airolo.


Fino al 30 aprile - Spazio Alpino, Viale Stazione 45, Airolo

Mostra "NUOVI PAESAGGI ALPINI - Progetti e visioni di un fondovalle in trasformazione, quello dell'Alta Leventina"

Il percorso espositivo proposto include:

  • il progetto di ricostruzione del paesaggio del fondovalle di Airolo quale strategia di rilancio del paese, della sua attività e qualità abitativa, a vantaggio della popolazione e dello sviluppo socioeconomico anche per le future generazioni
  • il progetto territoriale “Tra cielo e terra Airolo” elaborato dagli studenti al 1° anno dell’Accademia d’architettura di Mendrisio nel 2018
  • gli edifici di carattere pubblico lungo l’autostrada firmati dall’architetto Mario Botta: l’esistente area di servizio di Piotta, quella nuova prevista a Stalvedro e la nuova pista di ghiaccio dell’HCAP sulla piana di Ambrì


Programma completo delle conferenze collaterali:
Locandina



Maggiori informazioni: 
www.spazioalpino.ch
info(at)spazioalpino.ch
+41 (0) 91 825 82 21

Concerto della pianista Irène Schweizer ad Airolo


17 marzo 2019, ore 17:00
Airolo, Salone Olimpia


Nel 2018 Irène Schweizer, classe 1941, ha vinto il Gran Premio svizzero di musica, il riconoscimento più prestigioso in ambito musicale attribuito nel nostro paese. È stato l’ultimo dei numerosi premi vinti dalla virtuosa del pianoforte sull’arco di una carriera iniziata più di 50 anni fa ma che in Ticino, chissà perché, è sempre stata un po’ snobbata. Occasione unica quindi per sentire Irène Schweizer, per ascoltare "una delle maggiori protagoniste del jazz moderno e della musica improvvisata europea”.

Dagli inizi negli anni ’60 nel leggendario Jazzcafé Africana a Zurigo si è snodata una carriera fatta di passione e di qualità artistica, con varie formazioni di trio e concerti in tutta Europa. Dopo il grande successo ottenuto al Jazz Festival di Willisau nel 1976 prosegue la sua carriera sempre più anche come solista.

Impegnata non solo sul fronte musicale ma anche su quello femminista partecipa attivamente al Feminist Improvising Group e in sodalizi artistici con la sassofonista Co Streiff o la compositrice Marylin Crispell.

Negli ultimi anni, travalicando la scena se vogliamo un po’ ristretta del jazz, ha avuto consacrazioni importanti in un ampio contesto musicale con due grandi concerti; uno alla Tonhalle di Zurigo, l’altro al KKL di Lucerna.

Da questi luoghi prestigiosi Irène Schweizer arriva ad Airolo per simpatia e ammirazione verso chi organizza in Alta Leventina da più da dodici anni la manifestazione biennale di musica e comunità Airolo in transizione.

Irène Schweizer fa ancora pochissime apparizioni in pubblico, per questo il suo concerto del 17 marzo è davvero IMPERDIBILE!


Entrata CHF 20.-

Maggiori informazioni e prevendita: 
Leventina Turismo OTR
Via della Stazione 22
6780 Airolo
+41 (0) 91 869 15 33

Locandina

Mostra: Nuovi paesaggi alpini

PROGETTI E VISIONI DI UN FONDOVALLE IN TRASFORMAZIONE, QUELLO DELL’ALTA LEVENTINA

dal 02.03 al 30.04
Me/Sa/Do ore 15:00 - 18:00
Airolo, Spazio alpino, Viale Stazione 45

Il percorso espositivo proposto include:

  • il progetto di ricostruzione del paesaggio del fondovalle di Airolo quale strategia di rilancio del paese, della sua attività e qualità abitativa, a vantaggio della popolazione e dello sviluppo socioeconomico anche per le future generazioni
  • il progetto territoriale “Tra cielo e terra Airolo” elaborato dagli studenti al 1° anno dell’Accademia d’architettura di Mendrisio nel 2018
  • gli edifici di carattere pubblico lungo l’autostrada firmati dall’architetto Mario Botta: l’esistente area di servizio di Piotta, quella nuova prevista a Stalvedro e la nuova pista di ghiaccio dell’HCAP sulla piana di Ambrì


Do 03.03, alle ore 17:00 presso la Sala del Consiglio Comunale di Airolo, si terrà la prima conferenza organizzata nell'ambito di questa esposizione. Ospite l'Arch. Mario Botta, che ci parlerà degli edifici di carattere pubblico lungo l’autostrada da lui firmati: l’esistente area di servizio di Piotta, quella nuova prevista a Stalvedro e la nuova pista di ghiaccio dell’HCAP sulla piana di Ambrì. 


Programma completo delle conferenze collaterali:
Locandina



Maggiori informazioni: 
www.spazioalpino.ch
info(at)spazioalpino.ch
+41 (0) 91 825 82 21

Articolo di Tiziana Mona

Vi invitiamo a leggere questo interessantissimo articolo sul nostro festival realizzato dalla giornalista Tiziana Mona per Terra Ticinese.

Vai all'articolo

Sviluppo dell'Alta Leventina, prossimo appuntamento

Quest'anno abbiamo organizzato e previsto dei momenti di riflessione e discussione sulle possibilità di sviluppo di Airolo e di tutta l'Alta Leventina. Il rapporto del pomeriggio di lavoro durante il festival e il riassunto degli interventi di Bartaletti e Kipar li potete scaricare qui).

Dalle valutazioni fatte durante le varie discussioni emerge la necessità di rafforzare l'identificazione con il territorio e di far crescere la consapevolezza che la Leventina è ricca, variata e racchiude molti potenziali. Siamo perciò giunti alla conclusione che per ottenere dei risultati concreti e durevoli sia necessario fare rete e condividere iniziative e progetti che coinvolgano tutto il territorio. 

Abbiamo così deciso di invitare al tavolo i rappresentanti dei Comuni dell'Alta Leventina, in particolare i referenti del turismo, per comunicare e condividere le iniziative in atto nei vari Comuni e con l'intento di scambiare esperienze e opinioni, nonché di valutare la possibilità di avviare nuovi percorsi comuni di collaborazione.

Maggiori informazioni

 

Premio Oertli ad AiroloInTransizione

Sabato 2 settembre 2017 la Fondazione Oertli ci ha conferito il Premio del Giubileo Oertli. La laudatio  è stata tenuta dal Dr. Mario Frasa, referente della fondazione per la Svizzera italiana. La presidente di AIT Fernanda Pedrina ringrazia tutti i membri del GO del Festival 2017 come pure i membri non più attivi, residenti nella valle oppure provenienti dall’esterno, che hanno dato impulsi e contributi decisivi nelle prime edizoni del Festival, in particolare Dagmar Reichert, Sergio Agustoni, Edi Mottini e Alfonso Ramelli. Ringrazia inoltre il comune di Airolo, con i sindaci Mauro Chinotti e Franco Pedrini, che a partire dall’inizio nel 2007 hanno sempre sostenuto il Festival mettendo a disposizione numerose infrastrutture.

Un festival ricco di emozioni

Emozione, qualità, consapevolezza hanno caratterizzato la tre giorni del Festival Airolo in transizione del 21-22-23 luglio.

L’emozione è stata quella del numeroso pubblico che sabato gremiva la palestra di Airolo, per la prima mondiale della composizione del tubista e compositore francese Michel Godard “Le ombre ballano”. Un percorso musicale dalle sonorità evocative che Godard ha composto per il festival ed eseguito con grande maestria con la Filarmonica Alta Leventina e la Fisorchestra Airolese, il suonatore di oud Ihab Radwan e il percussionista Francesco D’Auria.

Molto alta la qualità dell’offerta culturale dall’esposizione di libri d’arte, disegni, annotazioni in immagini di Monica Lombardi “Cammin facendo: una valle” (aperta fino al 3 settembre al Dazio Grande di Rodi), all’intervento musicale del suonatore di salterio (Hackbrett) Töbi Tobler, recente vincitore del Premio svizzero di musica, al concerto solistico di Ihab Radwan all’oud araba nella piccola chiesa di Madrano, o al concerto di chiusura nella Chiesa di Quinto con i due tubisti Michel Godard e Marc Unternährer, il percussionista Francesco d’Auria e la splendida voce di Linda Bsiri.

Consapevolezza è stata la parola chiave del dibattito pubblico di domenica sul futuro dell’Alta Leventina “Guardare avanti”, con le interessanti relazioni del geografo Fabrizio Bartaletti e dell’architetto paesaggista Andreas Kipar. Consapevolezza di voler continuare a vivere in una regione che deve trarre nuovi slanci dalle trasformazioni in corso dall’apertura dell’Alptransit al prossimo cantiere per il raddoppio della galleria del San Gottardo. Il dibattito avrà un seguito con un incontro-workshop con la popolazione sabato 30 settembre.

Il prossimo sabato 5 agosto nella Chiesa di Prato alle 20.30 Marco Santilli in concerto con “La stüa”, conclude Airolo in transizione 2017 in collaborazione con la Fondazione Dazio Grande.

 Guarda alcune delle fotografie realizzate durante il festival nella nostra gallery.

Programma

ONLINE il nuovo programma! Scopri tutti gli eventi che si terranno dal 21 al 23 luglio 2017:

Il programma completo

Premio Giubileo Oertli

Ad Airolo in transizione è stato conferito il premio del giubileo della Fondazione Oertli, quale riconoscimento del lavoro compiuto dal 2007 a oggi, incentrato sulla riflessione dello sviluppo regionale, sulla valorizzazione dello spazio pubblico e impegnato a presentare manifestazioni della cultura contemporanea, coinvolgendo la popolazione locale.

Aspettando il Festival...

Al Cinema Leventina da metà giugno a metà luglio saranno proiettati quattro film che toccano temi legati al rapporto fra le persone e il territorio, al legame con la natura, al vivere in luoghi discosti: 

Ve 23.06 "Der Imker - L'apicoltore" di Mano Khalil (2013)
Ve 30.06 "Heimatland" di 10 giovani registi svizzeri
Ve 07.07 "Unerhört jenisch" di Martina Rieder e Caroline Arn
Ve 14.07 "Das Mädchen vom Änziloch" di Alice Schmid

Presenti registi o protagonisti. Vi aspettiamo numerosi!

Annunciate le date della 5a edizione del Festival

Sono state annunciate le date della prossima edizione di Airolo in Transizione: dal 21 al 23 luglio 2017 vi aspettano concerti, dibattiti, conferenze, attività creative per i bambini che animeranno le strade del paese e visite agli spazi pubblici oggetto di nuovi interventi di riqualifica.

Gianluigi TROVESI & Filarmonica Alta Leventina "Ricercar Gottardo"

5 febbraio 2017, ore 17:00
Zurigo, Rote Fabrik


La Filarmonica Alta Leventina, con la partecipazione dei solisti Gianluigi Trovesi e Hilaria Kramer, presenteranno  il concerto "Ricercar Gottardo" composto da Gianluigi Trovesi in occasione del Festival "Airolo in Transizione" nel 2012. Vi aspettiamo numerosi!

Adulti CHF 35.-
Legi CHF 30.-


Prevendita Starticket

Maggiori informazioni:

www.taktlos.com

Locandina


Il cuore di Chisciotte - uno spettacolo di Gek Tessaro


5 gennaio 2017, ore 20:30
Airolo, Salone Olimpia


Sotto le mani del noto autore e illustratore italiano Gek Tessaro prendono vita sempre storie che coinvolgono, narrazioni impensabili, creative e magiche. Il cuore di Chisciotte è uno spettacolo per tutti. I bambini apprezzeranno soprattutto le immagini e le musiche. Gli adulti comprenderanno anche il valore del testo.

Entrata gratuita fino ai 15 anni
Adulti CHF 10.-


Maggiori informazioni:

http://www.gektessaro.it


Airolo in Transizione, in collaborazione con le biblioteche di Airolo e Dalpe.

+41 (0)91 869 23 69 

Locandina


Concerto al buio


3 settembre 2016, ore 20:30 - prenotazione necessaria

Airolo, Salone Olimpia


Vivere una miriade di suoni, far ballare l’anima con melodie conosciute, e scoprire l’universo della musica dentro una sala di concerto nel buio totale, è semplicemente fantastico e magnifico. Un'esperienza personale da non perdere in assoluto! 

Bernie, Schürch, Co-Fondatore Mummenschanz


Dopo essersi esibito in tutto il mondo, il chitarrista Sandro Schneebeli ricomincia una tournée di Concerti al buio proprio da Airolo con un nuovo repertorio in duo con il sassofonista Max Pizio.

Non mancate l'opportunità di condividere l’esperienza di chi vive nel buio più totale e di scoprire una nuova dimensione, completamente immersi nella musica. 


Entrata CHF 20.- 

Studenti CHF 15.-

I caso di grande partecipazione verrà organizzato un ulteriore concerto alle ore 18:00.


Maggiori informazioni e prenotazione:

Locandina

004176 488 01 22 // info(at)nevemusic.ch

www.nevemusic.ch

www.event-in-the-dark.ch




Giovani che guardano avanti

articolo di Tiziana Mona (Terra Ticinese, Anno 42, n. 1) 

Al­cu­ni mesi fa un quo­ti­dia­no ti­ci­ne­se ti­to­la­va pe­ren­to­ria­men­te “Alp Tran­sit svuo­terà le Tre Val­li”. Af­fer­ma­zio­ne che si ba­sa­va su dati estrat­ti dal­lo “Sce­na­rio ten­den­zia­le Asse Got­tar­do” rea­liz­za­to dall’Uf­fi­cio fe­de­ra­le del­lo svi­lup­po ter­ri­to­ria­le. Ap­pa­ren­te­men­te più ci si av­vi­ci­na alla data di aper­tu­ra di Alp­tran­sit meno gli esper­ti sono pron­ti ad af­fer­ma­re che po­treb­be­ro es­ser­ci ri­ca­du­te po­si­ti­ve per Val di Ble­nio, Le­ven­ti­na e Ri­vie­ra. Ma fa­cen­do cer­te pre­mes­se e con mi­su­re di so­ste­gno pro­ba­bil­men­te le pro­spet­ti­ve più ca­ta­stro­fi­che po­treb­be­ro an­che non av­ve­rar­si. Im­por­tan­te sarà cer­ta­men­te quel­lo del man­te­ni­men­to di una rete per­for­man­te di tra­spor­ti pub­bli­ci lo­ca­li e poi la ca­pa­cità di va­lo­riz­za­re le re­gio­ni in un’ot­ti­ca tu­ri­sti­ca e re­si­den­zia­le. In­som­ma chie­der­si: c’è an­co­ra gen­te che vuo­le abi­ta­re in val­le e chi ci sta come si sen­te? Lo ab­bia­mo chie­sto a dei gio­va­ni che ven­go­no da fuo­ri e che in Alta Le­ven­ti­na stan­no fa­cen­do un ap­pren­di­sta­to. Mi­cro-sto­rie quel­le di Am­bro­gio, Ana, Mo­ni­ca e Mar­co di gio­va­ni che han­no la pas­sio­ne di im­pa­ra­re, che in mez­zo alle mon­ta­gne ve­do­no an­che il cie­lo az­zur­ro, e che guar­da­no al fu­tu­ro come ad una sfi­da po­si­ti­va. Continua a leggere l'articolo.

Newsletter

Per ricevere tutti i nostri aggiornamenti è sufficiente compilare il form al seguente link. Dopo aver inserito negli appositi campi nome, cognome e l'indirizzo e-mail, basta cliccare sull'opzione "Iscriviti". 

Prossima assemblea 13 marzo 2016

Per presentarvi le attività per l'anno in corso e per parlarvi dei progetti futuri, vi invitiamo a partecipare numerosi alla prossima assemblea di AiT che si terrà il 13 marzo alle ore 16:00 all'Angolino (Piazza Motta, Airolo). La prossima edizione di Airolo in transizione è prevista per il 2017. 

Vedi dettagli nel file annesso (AiT Bollettino comunale 2016).

Se non potete partecipare, mandate le vostre idee e proposte a info(at)airolointransizione.ch

by EpicStuff Web Production