Un punto centrale di Airolo in transizione sarà come sempre la musica. La punta di diamante dell'edizione 2017 sarà il ben noto tubista francese Michel Godard, autore di una composizione per la filarmonica e la fisorchestra locali, che sarà eseguita al Festival in prima assoluta.

Michel Godard, nato nel 1960 nei pressi di Belfort - cittadina francese poco distante dall'Alsazia - ha iniziato molto presto a suonare la tuba. La sua versatilità gli ha permesso di spaziare dalla musica classica, con collaborazioni a prestigiose compagini come l'Orchestra Filarmonica di Radio-France, l'Orchestra Nazionale di Francia, l'Ensemble Musique Vivante, l'Ensemble Jacques Moderne, l'Ensemble Baroque La Venice e il quintetto di fiati Arban Chamber Brass, alla musica jazz, in qualità di componente, dal 1989 al 1991, all'Orchestre National de Jazz e suonando con artisti del calibro di Michel Portal, Henri Texier, Antoine Hervé, Kenny Wheeler, Rabih Abou Khalil, Wolfgang Puschnig, Pierre Favre, Enrico Rava. Ha inoltre formato, nel 1989, il gruppo "Le Chant du Serpent", con P. Deschepper (chitarra), J. F. Canapè (tromba e flicorno), J. Mahieux (batteria) e Linda Bsiri (voce).

by EpicStuff Web Production